Attualità

Il Cardinale Ernest Simoni al Concistoro indetto da papa Francesco

Il Cardinale Ernest Simoni al Concistoro indetto da papa Francesco
Attualità 29 Agosto 2022 ore 14:48

Sabato 27 agosto 2022 si è svolto a Roma il Concistoro Ordinario indetto da papa Francesco per la creazione di nuovi Cardinali, in un mese insolito quello di agosto poiché solitamente, sempre nella tradizione della Chiesa, avvengono nei mesi di febbraio, giugno oppure novembre.
Nell’atmosfera aulica della millenaria Basilica di San Pietro, papa Francesco con una cerimonia semplice ma allo stesso tempo solenne, ha imposto la berretta cardinalizia ai nuovi porporati, ha consegnato l’anello dalle ‘mani di Pietro’ e ha assegnato ad ognuno una diaconia nell’Urbe.
Sono venti i nuovi Cardinali prescelti dal Papa provenienti da tutto il mondo, di cui cinque sono italiani: due elettori in un futuro conclave e tre ultraottantenni.
Il Sacro Collegio Cardinalizio ad oggi è composto da duecento otto cardinali, primi collaboratori del Romano Pontefice, di cui centodiciassette elettori e novantuno non elettori.
Convocati dal Pontefice anche il cardinale Giuseppe Betori, Arcivescovo di Firenze il quale il prossimo febbraio compirà settantasei anni, creato Cardinale da Papa Benedetto XVI dieci anni fa, e il cardinale Ernest Simoni che nel prossimo ottobre compirà novantaquattro anni, creato Cardinale da papa Francesco sei anni fa, di origine albanese e trasferitosi nel capoluogo toscano nel dicembre 2016. L’Arcivescovo di Firenze, successivamente, ha nominato padre Ernest, Canonico onorario del Capitolo della Cattedrale di Santa Maria del Fiore.
L’anziano sacerdote nel 2014, con la sua testimonianza delle vessazioni e della persecuzione in odio alla Fede – subite per quasi trent’anni in Albania comunista alle quali miracolosamente è sopravvissuto – fece commuovere Jorge Mario Bergoglio.
Molte sono le tradizionali sedi cardinalizie italiane che, ad oggi, non hanno un Cardinale (Milano, Torino, Genova, Napoli, Venezia e Palermo) poiché sempre più Il Santo Padre guarda alle periferie del mondo.
Firenze, tra i suoi tanti primati (eccettuando la Città Eterna), vanta di avere nella sua città due cardinali residenti ossia Betori Arcivescovo e Simoni ‘fiorentino di adozione’.
Quest’ultimo, ad oggi, insieme al cardinale Raniero Cantalamessa sono gli unici porporati a non essere stati consacrati vescovi, bensì rimasti presbiteri con dispensa concessa da Francesco alla norma introdotta da papa Giovanni XXIII nel 1962 con motu proprio “Cum Gravissima”.
Tanti i fedeli giunti da tutto il mondo, abbracciati idealmente dal colonnato del Bernini, il quale con le due braccia avvolge idealmente tutta la cristianità di tutto il mondo.
Sono giunti pellegrini anche da Montespertoli, cittadina situata nella provincia di Firenze, sulle colline del Chianti, luogo più volte visitato dal cardinale Simoni per il forte legame che lo unisce alla parrocchia di San Donato a Livizzano e allo storico parroco don Mario Boretti volato in cielo undici anni fa, anch’esso esorcista come il Porporato.
Nei giorni a seguire il Concistoro, gli eminentissimi padri della Chiesa hanno incontrato il Pontefice per discutere sulle nuove riforme della Curia Romana prima della Santa Messa, a conclusione dello stesso, che avrà luogo martedì 30 agosto 2022.
Durante la permanenza a Roma è stata molto fitta l’agenda del Cardinale Simoni, il quale ha incontrato tanti fedeli presso la chiesa di San Marcello al Corso ai piedi del “Crocifisso Miracoloso” venerato da papa Francesco durante la pandemia e portato in Piazza San Pietro per lo straordinario e indimenticabile momento di preghiera con benedizione Urbi et Orbi nella serata del 27 marzo 2020.

Il Presule, a conferma del forte legame con Firenze, ha visitato la comunità di San Filippo Neri, religioso originario della provincia di Firenze a cui è legato spiritualmente e che spesso rammenta durante le omelie, pregando a lungo sulle sue spoglie mortali delle quali in questi giorni vi è la ricognizione canonica nel quarto centenario dalla canonizzazione.

L’anziano Porporato, non sottraendosi alle fatiche dell’età, nel suo instancabile apostolato a servizio della Chiesa e del popolo di Dio, ha visitato in ultimo il Convento Santuario Maria Santissima della Delibera a Terracina, domenica 28 agosto 2022, dove alla presenza di centinaia fedeli ha presieduto la solenne Santa Messa.

Il Cardinale Ernest Simoni al Santuario di Maria Santissima della Delibera, Terracina
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter