Attualità
L’intervento

La street art di Foggy riqualifica la parete di un parcheggio sotterraneo

L’autore del murales: “l’interpretazione è aperta e libera, ognuno può scorgervi ciò che vuole, per me è simbolo di fratellanza e solidarietà, valori cui dovremmo tendere tutti”

La street art di Foggy riqualifica la parete di un parcheggio sotterraneo
Attualità Chianti fiorentino, 04 Luglio 2022 ore 12:56

In primo piano due figure umane, fratelli, amici, conoscenti, simili esteticamente, ma diversi nella condizione esistenziale. Seguendo la reale impostazione architettonica delle scale, situate nel parcheggio sotterraneo di Tavarnelle, l’una aiuta l’altra a risalire la china. Nella visione metaforica della convivenza pacifica tra le persone, intrecciata a doppio filo alla cultura della solidarietà e del bene comune, il più forte supporta, guida il più debole verso una luce, un mondo migliore, la speranza che insieme possano vivere in un contesto inclusivo, rispettoso dei bisogni altrui e dei diritti umani. Per Sebastiano Fogel, in arte Foggy, lo studente diciassettenne di Tavarnelle Val di Pesa, autore del murales che da qualche giorno adorna e qualifica lo spazio di una parete all’interno dell’area di sosta sottostante piazza Matteotti, non è l’unico messaggio contenuto nell’opera.

 

“L’interpretazione è aperta e libera – dichiara lo studente – ognuno può scorgervi ciò che vuole, il tema della relazione tra genitori e figli, le questioni relative ai cambiamenti climatici, la necessità di un risveglio e di una consapevolezza che porti il mondo a tutelare maggiormente il pianeta, la ricerca della felicità e del benessere etico e morale”. Foggy frequenta il liceo artistico di Porta Romana a Firenze, è appassionato di disegno sin dall’età dell’infanzia. “Disegno ogni giorno fin da quando ero piccolo – continua -  credo che l’arte rappresenti la mia strada, una passione che sto maturando presso il liceo artistico dove ho la possibilità di acquisire strumenti e tecniche di disegno che approfondiscono e potenziano le mie capacità, sono felice di aver avuto questa opportunità e ringrazio Coop 21 e l’Unione comunale per lo spazio di creatività che mi è stato concesso, mi auguro che iniziative come questa possano ripetersi e coinvolgere i giovani per consentire loro di esprimersi e dar voce alle loro vocazioni”.  Il lavoro del diciassettenne nasce dalla collaborazione e da questo specifico progetto avviato nel 2021 dagli operatori di strada Coop 21 e dall’Unione comunale del Chianti fiorentino. Le attività sono state realizzate nell'ambito del progetto di Educativa di Strada svolto da Coop21 nei territori dei Comuni di Barberino Tavarnelle, San Casciano in Val di Pesa e Greve in Chianti.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter