Attualità
L’analisi

Olio alimentare esausto: nella Toscana del sud raccolti quasi 600mila kg negli ultimi 18 mesi

Tutti i dati per territorio. Il presidente Fabbrini: “Importante intercettare questo rifiuto”.

Olio alimentare esausto: nella Toscana del sud raccolti quasi 600mila kg negli ultimi 18 mesi
Attualità Siena, 18 Agosto 2022 ore 18:06

Olio alimentare esausto: nella Toscana del sud raccolti quasi 600mila kg negli ultimi 18 mesi

Nei 104 comuni dell’Ato Toscana Sud, negli ultimi 18 mesi sono stati raccolti da Sei Toscana poco meno di 600mila kg di olio alimentare esausto, l’olio utilizzato per cucinare e conservare il cibo (come olio di frittura, olio dei sottoli o delle scatolette di tonno, ecc.).

Nello specifico, nel 2021 i kg sono stati 391.606, raccolti tramite i centri di raccolta (poco più di 160mila kg) e le postazioni specifiche di raccolta presenti sul territorio (più di 231mila kg). Nei primi sei mesi del 2022 i kg raccolti sono poco meno di 200mila (122.190 kg dalle postazioni di raccolta stradali e 75.160 kg da centri di raccolta e stazioni ecologiche).

“Si tratta di un servizio che, nel tempo, potenziamo sul territorio grazie all’istallazione di specifici contenitori di raccolta – dice il presidente di Sei Toscana, Alessandro Fabbrini –. È importante mettere a disposizione della comunità un servizio ad hoc per intercettare questo rifiuto che, se non smaltito correttamente, può creare danni ambientali molto significativi: basta infatti un litro d’olio alimentare esausto per rendere non potabile un milione di litri d’acqua, una quantità che potrebbe dissetare circa 140 persone per 10 anni”.

Il conferimento è semplice, comodo e veloce: l’olio esausto di cucina deve essere raffreddato e raccolto separatamente all’interno di contenitori in plastica. I recipienti, ben chiusi, vanno poi conferiti presso i punti raccolta posizionati nel territorio oppure portati direttamente al centro di raccolta. È vietato conferire all’interno dei contenitori stradali l’olio minerale (come l’olio motore delle macchine) o lubrificanti che possono invece essere conferiti presso la rete dei centri di raccolti e le stazioni ecologiche o direttamente ai rivenditori.

La trasformazione

Gli oli esausti una volta raccolti possono essere trasformati in lubrificanti, biodiesel, tensioattivi e saponi. La rigenerazione è il processo che meglio valorizza l’olio usato ed ha un alto rendimento: da 100 kg di olio usato si possono ottenere circa 65 kg di olio base rigenerato e 20/25 kg di gasolio e bitume. Circa il 30% del mercato delle basi lubrificanti in Italia è costituito da basi rigenerate.

Per maggiori informazioni e per vedere i punti di raccolta presenti in ogni comune: www.seitoscana.it o numero verde 800127484.

Le raccolte nel territorio

Anno 2021

Provincia di Arezzo: 179.147,9 Kg

Provincia di Grosseto e Val di Cornia: 93.625 Kg

Provincia di Siena: 118.833,5 Kg

Anno 2022 (dati aggiornati a giugno 2022)

Provincia di Arezzo: 84.970 kg

Provincia di Grosseto e Val di Cornia: 44.860 Kg

Provincia di Siena: 67.520 kg

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter