Attualità
Poggibonsi

Violenza di genere: la ‘rete Valdelsa’ si rafforza con un nuovo protocollo operativo

Diciannove le organizzazioni pubbliche e del privato sociale coinvolte Salvadori: “L’obiettivo è essere sempre più efficaci e per questo serve definire risposte articolate dove si integrano risorse, competenze, sensibilità”

Attualità Chianti fiorentino, 22 Giugno 2022 ore 17:00

Un protocollo operativo integrato ed ampliato per la protezione e la messa in sicurezza delle donne vittime di violenza di genere. Il protocollo, promosso dal Centro Pari Opportunità Valdelsa coinvolge diciannove organizzazioni  pubbliche (comuni, servizi socio sanitari, Forze dell’Ordine, Autorità giudiziarie, ordini professionali) e del privato sociale (Donne Insieme Valdelsa  e Atelier Vantaggio Donna) e sarà presentato e firmato giovedì 23 giugno alle 17 all’Accabìalla presenza di tutti i soggetti della rete. Ad aprire la serata saranno il sindaco di Poggibonsi David Bussagli e l’assessore Susanna Salvadori, presidente del Centro Pari Opportunità Valdelsa. “Questo nuovo protocollo è frutto di un lavoro strutturale portato avanti negli anni, fatto di tante tappe e di progressive revisioni ma soprattutto costruito sull’esperienza concreta e sul confronto tra i tanti soggetti coinvolti e impegnati – dice Salvadori -  L’obiettivo è essere sempre più efficaci come sistema Valdelsa nel contrasto della violenza di genere e per questo occorre costruire risposte complesse e articolate, tarate sul tema, capaci di integrare le risorse, il linguaggio, le diverse competenze e anche la sensibilità e il senso di responsabilità di tutte e tutti”.

Dal 2013 la rete locale di protezione e messa in sicurezza delle donne vittime della violenza di genere è guidata da un protocollo che rafforza la presa in carico la cui natura deve essere complessa, multilivello e multi professionale per essere efficace nel contrasto alla violenza di genere in tutte le sue forme.  Nel 2019 sono entrati nella rete Valdelsa in modo formale sia la Procura che la Prefettura con un protocollo ad hoc. Nel 2022 è stato concluso il lavoro di ampliamento iniziato prima della pandemia. Nuovi soggetti hanno fatto il loro ingresso nella rete operativa, insieme a nuovi strumenti, affinamenti di procedure e raccordi che la implementano con l’obiettivo di rendere sostanziale le 4 P della Convenzione di Istanbul, Prevenire, Proteggere, Perseguire e Praticare Politiche integrate. Il nuovo protocollo sarà presentato da Angela Gerardi, coordinatrice del Centro Pari Opportunità. “Un punto di arrivo e un punto di partenza per il futuro che vogliamo costruire – dice – Una prospettiva in cui oltre al fare rete c’è l’essere rete al fianco delle donne che hanno il coraggio di chiedere  aiuto per uscire dalla violenza che subiscono in famiglia da padri, compagni, mariti e figli”. Sarà sempre il CPO Valdelsa, con Angela Gerardi, a presentare i primi dati dell’Osservatorio Valdelsa riferiti al 2021. La serata di concluderà con gli interventi dei partecipanti e la firma del protocollo.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter