Cronaca
San Casciano in Val di Pesa

Addio a Dante, il babbo di tutte le spose

Dante Fusi, classe 1948, aveva 14 anni quando entrò a far parte dell’Arciconfraternita della Misericordia.

Addio a Dante, il babbo di tutte le spose
Cronaca 30 Luglio 2022 ore 11:39

Sono giorni difficili per la comunità sancascianese. Oggi il paese si è risvegliato con un altro lutto dopo quello della morte della giovane Sara Bartoli, questa mattina è scomparso Dante Fusi, 74 anni. Molto conosciuto e attivo in paese, a volte critico e come lui amava sottolineare sancascianese doc «sono nato dentro le mura», ci teneva a dire.

Dante Fusi, classe 1948, aveva 14 anni quando entrò a far parte dell’Arciconfraternita della Misericordia di San Casciano e faceva il servizio notturno con Filippo Cirri, Franco Vanni.

E poi Dante era anche il babbo di tutte le spose che accompagnava a bordo della sua Balilla. Una Balilla del 1933 perché quel giorno fosse davvero speciale. A renderlo tale non solo la macchina storica, ma anche Fusi, che tra una battuta e l'altra scacciava via i pensieri e le ansie per il fatidico sì. Un sì per sempre, ma che per Dante lo diventava ancora di più perché gli sembrava «di accompagnare la Martina ogni volta in Chiesa. Lo faccio volentieri perché, non avendolo potuto fare per mia figlia, ho l'occasione di accompagnare queste ragazze., aveva raccontato sulle pagine del settimanale Chiantisette qualche anno fa.

Così Dante quel vestito ingombrante faceva il modo che entrasse nella macchinina lucidata e messa a festa. La battuta giusta per stemperare la tensione e via di corsa. Perlomeno finché non faceva finta che la macchina non andasse più.

«Una volta mi fermai in mezzo di strada – aveva raccontato sempre a Chiantisette –. Scesi, aprii il cofano e alla sposa dissi che la macchina non andava. Una scena divertente che ripropongo spesso». O come quella volta che mise i due sposi a spingere la Balilla perché appunto gli disse che non funzionava. Così loro ci credettero e si misero a spingere. E a quel punto scattava la foto.

Ma non solo matrimoni per lui e la sua Balilla. Mostre delle macchine d'epoca o occasioni come quella di Natale quando, vestito da Babbo Natale, è andato nelle scuole a portare regali «perché Babbo Natale è vecchio e quindi, non essendoci la neve, non poteva che non andare con la macchina vecchia».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter