Cronaca
Siena

Lotta al lavoro nero a Siena: Guardia di Finanza ha sanzionato un ristorante che impiegava 4 lavoratori senza contratto

Al termine del controllo di polizia economico-finanziaria, le Fiamme Gialle hanno quindi irrogato una “maxi-sanzione” per quasi 20.000 euro.

Lotta al lavoro nero a Siena: Guardia di Finanza ha sanzionato un ristorante che impiegava 4 lavoratori senza contratto
Cronaca Siena, 10 Agosto 2022 ore 10:13

Lotta al lavoro nero a Siena: Guardia di Finanza ha sanzionato un ristorante che impiegava 4 lavoratori senza contratto

Prosegue incessante l’impegno della Guardia di Finanza di Siena, volto alla tutela della collettività e della legalità economico-finanziaria nonché alla prevenzione e repressione delle violazioni in materia di “lavoro sommerso”. Le Fiamme Gialle senesi, nei giorni scorsi, hanno scoperto 4 lavoratori impiegati “in nero”.

In dettaglio, i finanzieri della Tenenza di Poggibonsi hanno effettuato un accesso presso un ristorante in Colle di Val d’Elsa (SI), individuando 4 lavoratori “in nero” (3 di nazionalità italiana e 1 di nazionalità albanese); per loro il titolare aveva omesso di effettuare la preventiva comunicazione di instaurazione del rapporto di lavoro nonché di istituire il prescritto Libro Unico del Lavoro.

Una maxi sanzione

Al termine del controllo di polizia economico-finanziaria, le Fiamme Gialle hanno quindi irrogato una “maxi-sanzione” per quasi 20.000 euro.

Nell’ottica della consueta fattiva e trasversale collaborazione interistituzionale, gli atti compilati sono stati altresì inviati, per i rispettivi aspetti di competenza, all’l’INAIL, all’l’INPS, nonché all’Ispettorato Territoriale del lavoro; quest’ultimo ufficio valuterà l’adozione del provvedimento di sospensione dell’attività, atteso che l’impiego di personale “in nero” è risultato superiore al 10% del numero complessivo di lavoratori presenti.

L’operazione si inquadra nel contesto delle quotidiane attività ispettive svolte dalla Guardia di Finanza a contrasto del sommerso da lavoro in ogni settore economico, con il duplice scopo di tutelare i lavoratori ed arginare la diffusione dell’illegalità e dell’abusivismo nel sistema economico, per il quale il “lavoro nero” rappresenta una piaga perché sottrare risorse all’erario, mina gli interessi dei lavoratori e consente una competizione sleale con le imprese oneste che operano nella piena e completa osservanza della legge.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter