Cronaca
Barberino Tavarnelle

Lutto nel Chianti, addio all’assessore Marina Baretta

Le amministrazioni comunali: “La perdita di Marina lascia un vuoto incolmabile nel nostro territorio”

Lutto nel Chianti, addio all’assessore Marina Baretta
Cronaca Chianti fiorentino, 29 Ottobre 2022 ore 10:10

Barberino Tavarnelle e tutto il territorio dell'Unione comunale del Chianti Fiorentino piangono la scomparsa di Marina Baretta. Un grave lutto ha colpito il comune chiantigiano. Se n'è andata in silenzio alcune ore fa l'assessore alle Politiche educative e culturali Marina Baretta che aveva ricoperto questo ruolo dal 2009, prima per il Comune di Tavarnelle Val di Pesa poi per il Comune di Barberino Tavarnelle. Si è spenta improvvisamente a 65 anni a causa di una grave malattia con la quale ha lottato fino alla fine. Un grande dolore, un'immensa ferita, un vuoto incolmabile, un segno profondo e indelebile. Il Sindaco, la Giunta comunale, la Presidenza e il Consiglio comunale e l'Unione comunale del Chianti fiorentino esprimono cordoglio per la scomparsa prematura dell'assessore, si uniscono e si stringono in un fortissimo abbraccio ai familiari, agli amici e ai conoscenti.

A dare la notizia è il sindaco David Baroncelli. "Marina Baretta - dichiara il primo cittadino - donna di grande intelligenza, impegno e sensibilità, tesa sempre al dialogo e al confronto, ha contribuito significativamente alla crescita della nostra comunità dal punto di vista sociale, culturale, educativo". "Con la sua scomparsa il nostro territorio perde un tassello centrale della vita democratica del nostro territorio - riflette il sindaco - un'amministratrice, capace, preparata, determinata che aveva scelto di fare politica per dedicarsi agli altri nel mondo dell'educazione, della formazione, della cultura, dell'inclusione, delle pari opportunità, della pace". "Con il cuore colmo di tristezza - aggiunge commosso - mi unisco al dolore di ogni cittadino e cittadina che ha avuto l'onore di conoscerla, condividere con lei progetti, interventi, azioni, emozioni".

"La forza morale unita alla pacatezza era la sua più importante qualità - precisa - che metteva al servizio del territorio dedicandosi con assoluta passione, come assessora e come cittadina". "Cara Marina, mi mancherà tutto di te - conclude - il tuo modo schietto e sincero, la tua enorme sensibilità, la tua capacità di intercettare il bisogno e rispondervi con tutto l'amore e il senso di responsabilità che richiede il ruolo che hai ricoperto in maniera esemplare". "Adesso tocca a noi - conclude - continuare questa missione che da te ha tratto ispirazione e tradurrà in realtà la tua lezione di vita, di impegno, di lotta, di dignità profonda, come quella che hai mostrato lungo tutto il tuo percorso umano e professionale". L'amministrazione comunale ha allestito la camera ardente nella sala consiliare di Barberino Val d'Elsa aperta dal pomeriggio di domani, sabato 29 ottobre, all'intera giornata di domenica, 30 ottobre, per dare la possibilità ai cittadini e alle cittadine di dare l'ultimo saluto all'assessora Marina Baretta. Inoltre per lunedì 31 ottobre il sindaco Baroncelli ha indetto il lutto cittadino con la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, l'esposizione della bandiera a mezz'asta negli edifici pubblici e l'interruzione di tutte le manifestazioni e le iniziative pubbliche previste e organizzate per quel giorno.

Il ricordo

“L’assessora Marina Baretta ci ha lasciati, in silenzio. Troppo presto. Con lei se n’è andata una delle protagoniste della vita democratica del nostro territorio. Una donna di altissimo valore, umano e professionale, che con determinazione, dignità, eleganza, forte della sua formazione da pedagogista, ha lottato per far valere nelle sedi politico-amministrative in cui ha operato i diritti dei più deboli rivolgendo un’attenzione particolare ai temi dell’educazione, della pace, della cultura, delle pari opportunità”. Con queste parole piene di commozione le amministrazioni comunali di San Casciano in Val di Pesa e Greve in Chianti e l’Unione comunale del Chianti fiorentino esprimono cordoglio per il grave lutto che ha colpito il comune e la comunità di Barberino Tavarnelle e si uniscono in un forte abbraccio al dolore dei familiari e degli amici.

L’assessora Marina Baretta, che ha svolto il ruolo di amministratrice comunale dal 2009, prima per il Comune di Tavarnelle Val di Pesa, poi per il Comune di Barberino Tavarnelle, ha investito tutta se stessa nella promozione della cultura, della solidarietà, dell’inclusione e del dialogo.

“Le parole non potranno mai colmare – riflettono - il vuoto lasciato dalla scomparsa prematura di Marina Baretta, ma avvertiamo il bisogno profondo di ricordare l’assessora, una persona a noi particolarmente cara. Vogliamo rilevare la sua sensibile personalità, attenta e dedita agli altri, sempre coerente con l’idea che i bisogni della comunità, soprattutto dei più giovani, dovessero prevalere su tutto e rappresentare il battito vitale, il ritmo pulsante del nostro futuro. Avvertiamo il bisogno di comunicare uno, mille segni di affetto e vicinanza per chiunque abbia avuto l’onore e il privilegio di conoscerla”.

Marina Baretta, originaria di Venezia, da tanti anni residente a Barberino Tavarnelle, era animata da un radicato impegno civico e sociale. E’ stata una figura istituzionale e politica di massimo rilievo e ha contribuito a scrivere la storia del territorio promuovendone la crescita, il progresso e l’arricchimento educativo e culturale.

Le amministrazioni comunali informano i cittadini e le cittadine che sarà possibile rivolgerle l’ultimo saluto da questo pomeriggio e per l’intera giornata di domani, domenica 30 ottobre, nella camera ardente che il Comune di Barberino Tavarnelle ha aperto nella sala consiliare del Palazzo comunale di Barberino Val d’Elsa.

Seguici sui nostri canali