Cronaca
Bagno a Ripoli

Maltempo, Bagno a Ripoli, Antella e Grassina allagate. Giannelli(FdI): “ogni temporale la stessa storia, investire di più sulla prevenzione”

Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa di Giampaolo Giannelli responsabile provinciale dipartimento trasporti Fratelli d'italia.,

Maltempo, Bagno a Ripoli, Antella e Grassina allagate. Giannelli(FdI): “ogni temporale la stessa storia, investire di più sulla prevenzione”
Cronaca Chianti fiorentino, 16 Agosto 2022 ore 10:56

Maltempo, Bagno a Ripoli, Antella e Grassina allagate. Giannelli(FdI): “ogni temporale la stessa storia, investire di più sulla prevenzione”

Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa di Giampaolo Giannelli responsabile provinciale dipartimento trasporti Fratelli d'italia.,

“E così ci risiamo. Il primo significativo temporale estivo che ha colpito alcune zone della provincia di Firenze ha immediatamente creato pesanti problemi. Il temporale che si è abbattuto su Firenze a Ferragosto poco dopo le 20,30 accompagnato da vento e soprattutto da molti fulmini che hanno illuminato il cielo a giorno, ha portato a far tornare  a crescere il livello dei fiumi che erano in secca, in particolare l'Ema a Grassina che ha superato la soglia di allerta per poi tornare a scendere. 

Ma, soprattutto, ci sono state strrade invase da acqua e fango, e garages allagati, nel comune di Bagno a Ripoli, il più colpito. Case e negozi allagati, problemi di elettricità e alle linee telefoniche in particolare ad Antella e Grassina. Insomma un bollettino di guerra.

I video sui social testimoniano anche allagamenti sulle strade fiorentine, (viale Redi e viale Guidoni) mentre il sottopasso vicino all'aeroporto era praticamente inagibile, ed il lungarno Ferrucci ha visto la caduta di alcuni alberi, mentre l'acqua sulle carreggiate ha bloccato la circolazione stradale in molti punti della città; le precipitazioni abbondanti hanno causato difficoltà agli automobilisti diminuendo la visibilità. Siamo tutti consapevoli delle mutazioni climatiche che portano prima ad eccezionali ondate di calore e poi a queste improvvise bombe d'acqua. Ma davvero i vari enti non possono fare niente a livello di prevenzione? Noi riteniamo di si. La siccità di questo periodo doveva favorire la pulizia dei letti dei fiumi e dei torrenti, che tanti problemi hanno creato ieri, così come le strade ed i tombini potevano, e dovevano, avere maggiore cura e pulizia.

Invece, ad ogni temporale, niente cambia. Ed il prevedibile rimpallo di responsabilità tra i vari enti che dovevano fare prevenzione non basterà certo a placare la rabbia dei tanti cittadini che hanno subito danni.  A causa di eventi si di portata eccezionale, ma con una prevenzione sicuramente migliorabile”.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter