Politica

Bonus 200 euro, la campagna di Acli Firenze: “Spetta anche a collaboratori domestici, colf, badanti e baby sitter”

Bonus 200 euro, la campagna di Acli Firenze: “Spetta anche a collaboratori domestici, colf, badanti e baby sitter”
Politica 02 Giugno 2022 ore 11:21

“Il  bonus  da 200 euro contenuto nel Decreto Aiuti spetta anche a collaboratori domestici,  colf, badanti e baby sitter e abbiamo già iniziato a prendere in carico tutte le richieste per non lasciare fuori nessuno. È nostro dovere mettere a conoscenza e far avere questo contributo a chiunque ne abbia diritto, anche a quei lavoratori che non lo ricevono direttamente in busta paga o non hanno un ente competente che li segue”.
A dichiararlo è Elisabetta Di Lorenzo, direttore provinciale Patronato Acli Firenze. “Il servizio - ricorda - è gratuito, il contributo non fa reddito e l’unico requisito è quello di essere assicurati con un contratto di lavoro domestico al 18 maggio 2022 e non superare per il 2021 35.000 euro da rapporto di lavoro domestico".
Nella provincia di Firenze, secondo gli ultimi dati Inps disponibili, ci sono oltre 25 mila collaboratori domestici, di cui oltre la metà italiani (5.332) o provenienti dall’Europa dell’est (8.330). Oltre 4.000 i collaboratori domestici della provincia di Firenze che provengono dal Sud o Centro America, e circa 3.000 da Asia e Filippine.
“È importante - prosegue Di Lorenzo - far arrivare a tutti il messaggio di questo sussidio, rivolto a lavoratori o pensionati sotto un certo importo di reddito. Per molti viene erogato automaticamente dal datore di lavoro o dall’ente pensionistico, nel caso dei collaboratori domestici, colf, badanti e baby sitter, invece, è previsto un pagamento diretto da parte dell’Inps, solo per chi inoltra la domanda telematica. Ancora non è uscita, però le richieste iniziano ad essere numerose per cui invitiamo tutti ad agire per tempo così da non lasciare fuori nessuno”.
L’indennità sarà una tantum e i lavoratori dovranno presentare una domanda telematica per ottenere il bonus che sarà pagato dall’Inps nel mese di luglio 2022. Il servizio è gratuito, per chi per ottenerlo volesse rivolgersi al Patronato Acli Firenze è sufficiente presentarsi allo sportello di viale Belfiore 43/a o nelle altre sedi zonali della provincia (Empoli – Isolotto – Scandicci – Novoli - Sesto fiorentino- Coverciano- San Casciano val di Pesa – Tavarnuzze) con carta d’identità e codice Iban del proprio conto corrente, oppure contattare l’ente per telefono (055 357824) o meglio ancora per posta elettronica (firenze@patronato.acli.it).

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter