Politica
Poggibonsi

Pioggia di soldi grazie al Pnrr, saranno riqualificate diverse aree

Sono ben otto i progetti su tutta la città che rinnoveranno Staggia fino al centro cittadino, con piazze, strade ed asilo.

Pioggia di soldi grazie al Pnrr, saranno riqualificate diverse aree
Politica 11 Gennaio 2022 ore 12:23

La città si aggiudica ben 4,7 milioni di euro per la rigenerazione urbana il Pnrr. Otto gli interventi, tre a Staggia con la rigenerazione di piazza Grazzini, per ben 235.000 euro, di via Borgovecchio per 460.000 euro ed il nuovo parcheggio in via della Pace per 175.000 euro. Due interventi riguardano il centro cittadino con la riqualificazione dell’ex scalo merci come area di sosta e interscambio per 700.000 euro, la riqualificazione di via Galluri, piazzetta Amendola e una parte di via Frilli per 1.140.000 euro. Sarà inoltre realizzato il percorso ciclo-pedonale dall’ospedale alla zona di Romituzzo per 930.000 euro, la riqualificazione del condominio solidale di via Trento per 865.500 euro e l'adeguamento del nido Rodari per 200.000 euro. Gli interventi li ha spiegati nel dettaglio il sindaco David Bussagli in un'intervista sulle pagine del settimanale Valdelsasette.

Bussagli, può dirsi soddisfatto per questo finanziamento?
«Una gran bella notizia e l'esito di un lavoro importante che, insieme alla struttura tecnica dell'amministrazione, abbiamo fatto nei mesi scorsi. Un impegno progettuale che ci appartiene, che ci vede da sempre operativi e che in questa ultima fase ha subito una ulteriore spinta per la eccezionalità del momento e delle risorse potenzialmente a disposizione».
Come sono stati scelti i progetti?
«Si tratta di otto diversi interventi utili a proseguire quel percorso di rammendo e cura della città, fra piazze, strade, spazi per il sociale e scuole. Quel lavoro sulla qualità degli spazi pubblici e sulle connessioni che stiamo portando avanti da anni. Gli otto interventi sono un unico progetto integrato di rigenerazione urbana costruito sulla base dell'analisi dei bisogni e chiaramente delle specificità indicate nel bando, sempre determinanti per ambire ad un esito positivo. Sono interventi che non esauriscono né le necessità né il parco progetti su cui abbiamo e stiamo lavorando. Vi sono programmi già definiti e presentati su altre linee di finanziamento e altri ancora sono i tavoli di lavoro che ci vedono impegnati». 
È stata istituita anche una specifica commissione consiliare, come si sono sviluppati i lavori?
«La commissione consiliare dedicata al Pnrr è stata ed è ulteriore occasione per approfondire le opportunità per il territorio. Abbiamo più volte partecipato ai lavori della commissione, per condividere le operazioni in corso. Il tema delle risorse del Pnrr è centrale per il futuro della nostra città ed è importante che vi sia il contributo di tutti, di impegno e di idee».
Quali saranno i tempi di attuazione? 
«La tempistica è da definire ed è prioritariamente conseguente alle disposizioni che vi saranno. Ad oggi l'unica cosa che sappiamo è la comunicazione del finanziamento per 4,7 milioni di euro, fondi del Pnrr linea riservata ai Comuni con più di 15mila abitanti».
Crede che possa essere una prospettiva di rilancio per il territorio?
«Sono risorse che permetteranno di aprire cantieri, migliorare spazi ed edifici, generare lavoro. La città è ormai protagonista da anni di una progettualità competitiva in grado di attrarre risorse, che entrano in circolo e sono quindi sostegno al lavoro e all’impresa. Basti pensare al Piuss ed al Piu che ci hanno visto accedere a risorse europee e trasformale in investimenti pubblici e lavoro».
Quali sono gli input diretti che ricadranno sul territorio, in quali settori nello specifico? 
«Sulla vita delle persone che auspichiamo di rendere migliore portando qualità negli spazi pubblici. Anche sul lavoro perché sono risorse che saranno immesse nel sistema e interventi che andranno a migliorare il decoro e la fruizione degli spazi».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter