Politica

Ponte a Elsa, via libera per i lavori sulla rotatoria e l’allargamento del ponte

L’Amministrazione: “Raggiunto un importante obiettivo, grazie alla collaborazione con tutti gli enti”.

Ponte a Elsa, via libera per i lavori sulla rotatoria e l’allargamento del ponte
Politica 04 Agosto 2022 ore 11:33

Importanti novità sulla mobilità dell’Empolese Valdelsa. Sono quelle approvate all’unanimità nel corso della seduta consiliare straordinaria del Comune di Certaldo mercoledì 27 luglio, illustrate dal sindaco e delegato alla viabilità del Consiglio della Città Metropolitana di Firenze. Le novità riguardano il programma e la definizione dei quadri finanziari della realizzazione della rotatoria all’intersezione tra la Sp64 e la Sp1 e l’adeguamento del ponte sul fiume Elsa con il suo allargamento.

Nell’ambito della definizione dei quadri finanziari per la realizzazione della rotatoria, si parla di un impegno di spesa totale di 850.000 euro che coinvolge i Comuni di San Gimignano, Certaldo e Gambassi Terme, Città Metropolitana di Firenze, Provincia di Siena e Regione Toscana. La Città Metropolitana di Firenze ha assunto il ruolo di soggetto capofila e stazione appaltante del servizio di progettazione della rotatoria. L’inizio dei lavori è previsto, dopo la firma dell’accordo di programma e l’approvazione del progetto definitivo, per il 2023.

Il ponte sul fiume Elsa, invece, sarà interessato a breve da interventi di manutenzione, cui seguirà l’appalto del progetto definitivo che prevede l’allargamento del ponte stesso, grazie a 2,7 milioni di euro già stanziati dalla Città Metropolitana. L’obiettivo è quello di avere carreggiate più ampie, capaci di accogliere meglio i flussi di traffico e i passaggi ciclopedonali idonei ai collegamenti fra i nuclei abitati.

“Si tratta di due atti molto significativi – ha spiegato l’Amministrazione – che andranno a cambiare in meglio la percorribilità del territorio, all’insegna della sicurezza stradale e pedonale. La collaborazione con tutti gli enti ha fatto in modo che si ottenessero i finanziamenti e si arrivasse a raggiungere un importante obiettivo. Siamo riusciti così a importare la risoluzione di un problema che esiste da anni e andare verso un miglioramento notevole di una delle porte del paese”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter